Articoli

  • Stampa

Il Tempo di Quaresima

e di Pasqua

Archiviato lo scintillio delle feste natalizie, ci prepariamo in questo tempo particolarmente propizio, a vivere la Pasqua del Signore. Evento, questo, più imponente, sconvolgente ed unico di tutta la storia dell'umanità di ieri, di oggi e di quella futura. Mettiamoci alla sequela di Gesù che ancora e sempre continua a percorrere le nostre strade e a condividere le nostre storie con l'impegno di imitare la sua condotta di vita mediante l'ascolto assiduo e costante della sua Parola che educa alla Fede ed alla carità, nella certezza di giungere con Lui all'oggi della Redenzione. La Chiesa, che è Madre e Maestra, è la sola deputata a trasmettere il messaggio della Rivelazione di cui è depositaria e dove si manifesta la Redenzione. Come Popolo di Dio prepariamoci con vera e sincera disposizione interiore alla Conversione e ritorno al Vangelo.

Liberiamoci da tutto ciò che appesantisce il cuore e la mente. La nostra Parrocchia, come sempre, ci viene incontro mettendo in campo varie iniziative: Avremo la gioia, come famiglia comunitaria, di accogliere nella Messa Domenicale alcuni catecumeni, piccoli e adulti, che nella Veglia Pasquale riceveranno il Battesimo, mentre un adulto riceverà anche la Cresima; vi sarà la solenne Concelebrazione di inizio Quaresima con l'imposizione delle Ceneri il cui significato è quello di risvegliare le coscienze, rivedere la propria linea di condotta, di riflettere in quanto l'avere ha prevalso sull'essere nell'imitazione di Cristo. Facciamo risuonare forte e chiara dentro di noi l'esortazione: "Convertitevi e credete al Vangelo" Parola di Gesù; unzione degli infermi San Giacomo raccomanda questo Sacramento che da sollievo e conforto a quanti si trovano nell'infermità del corpo e dello spirito; ritiro comunitario sul tema "Entrate per la porta stretta" secondo lo stile della lectio divina. Il Signore invita i suoi figli all'ascolto della sua Parola ed alla Preghiera: vogliamo farla cadere nel vuoto dell'assenza dei fedeli? Ringraziamolo per la santa grazia.
Ai tanti fedeli che partecipano alla Santa Messa festiva ci permettiamo di rivolgere un caloroso invito a venire una mezzoretta prima per poter così pregare con i Vespri solenni che si ripeteranno in tutte le domeniche di Quaresima. Il 24 Febbraio inizia la pia pratica della Via Crucis animata ogni venerdì dai componenti delle varie attività pastorali. È questa l'occasione propizia per offrire al Signore le proprie sofferenze e quelle degli altri (chi ne è esente?) ed il nostro grazie sicuri che solo Lui può donare sollievo e redenzione.
Il 19 Marzo alle ore 18:00 c’è la Solenne Messa di San Giuseppe e dei papà. In questa occasione affidiamogli le nostre famiglie, soprattutto figli e nipoti, perché se ne prenda amorevole cura come ha fatto con Gesù.
Annunciazione del Signore. Messa Solenne delle ore 18:00. Affidiamo a Maria la vita fin dal primo istante momento del concepimento perché sia sempre ed ovunque rispettata e tutelata.
Sacramento comunitario della Riconciliazione. Il perdono del peccato che per la prima volta abbiamo ottenuto nel Battesimo è una necessità costante nella vita del cristiano. La Confessione sacramentale cancella la colpa, ci aiuta a respingere le tentazioni che continuamente ci insidiano e si annidano dentro di noi (concupiscenze degli occhi, orgoglio, egoismo, ecc…) mediante il sincero proponimento di conversione, la parola assolutiva del divino Maestro del sacerdote che agisce in persona di Cristo, ci libera dal peccato ridonandoci la libertà e la dignità dei veri figli di Dio. Coraggio! Cristo ci sta aspettando. Ricordiamo infine che il Venerdì Santo per l'intera mattinata e il Sabato Santo nel pomeriggio, i sacerdoti sono disponibili per le confessioni ai confessionali.

Pina Martinelli